La Riflessologia Podalica Olistica – R.P.O.® costituisce un’evoluzione della riflessologia plantare comune e i termini che la descrivono evocano il suo scopo fondamentale: quello di studiare i segni riflessi nei piedi per comprendere l’individuo e il suo mondo in una visione chiaramente olistica.
La mappa riflessa utilizzata in questo metodo è una mappa unificata che raccoglie diverse tipologie di mappe favorendo una migliore comprensione dell’essere umano sotto i suoi molteplici aspetti.

Il metodo RPO® ha una triplice valenza.
È uno strumento di analisi. L’analisi ha come obbiettivo principale di comprendere l’unicità dell’individuo ed, eventualmente, la causa del sintomo che manifesta.
L’interpretazione delle informazioni raccolte attraverso l’analisi permette di portare alla luce il mondo interiore che, a causa di vissuti non elaborati, può essere trattenuto da ogni individuo nella profondità del proprio Essere e che può essere la causa che alimenta la manifestazione sintomatica.
La comprensione del macrocosmo, individuo, all’interno di un microcosmo, piede, permette di formulare un progetto rieducativo personalizzato che supporti la persona in un percorso di conoscenza di sé, di responsabilizzazione nei confronti della propria salute, di guarigione, e di promozione del proprio ben-Essere.
In questo modo, la Riflessologia Podalica Olistica, esplica la sua funzione preventiva, oltre che a stimolare una risposta neurologica riflessa di natura adattiva, tendente a mantenere e ristabilire l’equilibrio omeostatico.
È uno strumento di verifica. Attraverso la valutazione dello stato globale della persona, di eventuali modificazioni delle alterazioni riscontrate in fase di analisi iniziale e di nuovi segni rilevabili, permette di verificare l’appropriatezza del progetto rieducativo, ed eventualmente di integrarlo o modificarlo.
È uno strumento di terapia. Il trattamento RPO® favorisce l’aumento dell’energia vitale disponibile e l’attivarsi di quei processi di auto-guarigione insiti nell’essere umano. È di supporto nel percorso che il soggetto deve intraprendere per promuovere la propria salute, sostenendolo nella trasformazione che deve avvenire dentro di sé.

A tutto ciò possiamo aggiungere che la Riflessologia Podalica Olistica, essendo uno strumento che favorisce la comprensione di sé e di ciò che allontana se stessi dal proprio equilibrio intrinseco, è un valido strumento di supporto per chiunque sia desideroso di intraprendere un percorso di crescita personale e di conoscenza di sé.

Come abbiamo già affermato, in ogni singola parte dell’organismo possiamo scorgere l’insieme, così anche i piedi riflettono l’unicità e la totalità dell’individuo:

  • le sue origini. L’insieme di cellule costituenti i piedi, come ogni cellula del nostro organismo, possiede un’impronta genetica capace di comunicare informazioni ereditarie, attraverso diverse caratteristiche tendenzialmente poco mutabili, come la forma e la dimensione.
  • il suo vissuto. Tutti segni che possiamo rilevare osservando il piede sono la testimonianza dello stile di vita della persona, del suo comportamento, del suo mondo emotivo, delle sue cronicità. In particolar modo, i segni, che ci raccontano di come la persona ha vissuto la sua vita, sono quelli rilevabili sul piede sinistro che rappresentano il passato, la cronicità, quelli rilevabili attraverso l’analisi visiva come la callosità, le pieghe, l’alluce valgo, l’arco plantare e etc..
  • il suo presente. I piedi, essendo irrorati dal sangue, trasportano l’informazione relativa a come l’individuo vive il suo oggi. Il momento presente è riflesso sul piede destro ed è osservabile attraverso le diverse alterazioni tendenzialmente mutabili che possono essere riscontrate su entrambi i piedi durante l’analisi podalica, come le alterazioni dolorifiche, cromatiche, termiche, cutanee e muscolari.
  • il suo atteggiamento mentale. Il piano razionale si evidenzia in via riflessa sulle dita e sul piede destro. Il piede destro, espressione dell’emisfero sinistro, riflette l’energia maschile, il razionale, il sapere. È collegato al mondo esterno, pratico, lavorativo, organizzativo, al controllo dei movimenti e al linguaggio. Il piede destro esprime l’interazione con il mondo esterno, racconta la qualità delle relazioni con gli altri. Inoltre, visto che rappresenta il mondo pratico e il sapere, si pone in relazione alle situazioni presenti e agli stati acuti.
  • il suo mondo emotivo. Il piano emotivo si evidenzia in via riflessa sulle aree metatarsali e sul piede sinistro. Il piede sinistro, espressione dell’emisfero destro, incarna l’energia femminile. È strettamente collegato con il mondo interiore, sensoriale, affettivo, emotivo e spirituale. È espressione dell’amore incondizionato: capacità di accogliere e di donarsi. Il piede sinistro racconta la qualità della relazione che l’uomo vive con se stesso in rapporto alla parte più profonda di Sé, rispecchiando quindi situazioni passate, croniche. Rappresenta il mondo inconscio.
  • il piano fisico. L’intera anatomia dell’organismo è leggibile sui piedi. A livello di mappa settoriale è riflesso nella zona tarsica.
  • il piano energetico. È osservabile nel come un essere umano vive la sua vita e quindi non può essere identificato da un preciso segmento corporeo, ma dall’armonia dell’insieme.

Nell’ottica di un approccio olistico, è fondamentale sottolineare che solo l’insieme dei segni rilevati e la loro interpretazione sono in grado di portare alla luce tutte le caratteristiche peculiari dell’individuo, l’integrazione dei vari aspetti e la loro reciproca influenza e di favorire la comprensione della causa profonda alla base della disarmonia che il soggetto può esprimere anche attraverso una manifestazione sintomatica.

I piedi rappresentano integralmente la nostra realtà in ogni preciso momento senza alcun condizionamento da parte del nostro pensiero, dei nostri desideri, di quello che gli altri pensano di noi o che crediamo pensino di noi. Quando i piedi sono totalmente differenti dall’immagine che il soggetto mostra di sé indicano grande separazione tra essenza e personalità, una frattura tra dentro e fuori.”

Bibliografia e Immagini:
Milena Simeoni, Davide M. Pirovano, “Riflessologia Podalica Olistica – Fondamenti” Lumen Edizioni, 2005

Potrebbero anche interessarti:

Analisi R.P.O.® e Progetto rieducativo

Trattamento R.P.O.®