La vita è nel movimento” diceva Aristotele.

Questa frase ci porta a riflette su due punti:
Il primo è in relazione alla fisiologia del nostro organismo, nel quale nulla è completamente immobile, c’è un continuo movimento, un’attività incessante di comunicazione, di generazione, di trasformazione e così via. Il movimento è vita.
Il secondo è sull’importanza del movimento, inteso come attività fisica, per la promozione della nostra salute e del nostro benessere. La vita è movimento.

L’esercizio fisico dovrebbe essere una componente essenziale della routine giornaliera.

L’ideale sarebbe ritagliarsi almeno 30 minuti al giorno per praticare un’attività fisica moderata. Basterebbe una camminata a passo veloce. Camminare quotidianamente produce effetti positivi sulla salute ed è soprattutto alla portata di tutti.
All’attività fisica moderata quotidiana, è bene affiancare un’attività fisica vigorosa di tipo aerobico, come il jogging, passeggiate in montagna, nuoto, ciclismo, e sport di gruppo (es. calcio, rugby, pallavolo, basketball).
In quest’ultimo caso, oltre ai benefici legati all’attività fisica, si aggiungono quelli legati alla socializzazione e alla relazione con gli altri.
Naturalmente, l’attività fisica deve essere proporzionata alle proprie capacità e possibilità. È inutile aggiungere ulteriore stress psichico e fisico, perdendo così i benefici effetti sulla salute e sullo stato dell’umore.

Vediamo più da vicino quali sono gli effetti benefici del movimento sulla salute fisica e psichica:

  • diminuisce i fattori di rischio collegati alla sindrome metabolica aiutando a mantenere un peso corporeo ideale, riducendo il rischio di obesità; migliorando la tolleranza al glucosio, aiutando a mantenere i livelli della pressione arteriosa e del colesterolo sotto controllo[1];
  • diminuisce il rischio di sviluppare malattie cardiache[2];
  • previene l’osteoporosi, riducendo il rischio di fratture[3]
  • previene la sarcopenia (riduzione della massa muscolare)
  • aiuta a prevenire molte malattie croniche associate all’invecchiamento[4];
  • riduce i sintomi di ansia, stress e depressione: l’attività fisica stimola la produzione di ormoni come la serotonina e la dopamina, conosciuti per i loro effetti calmanti sulla salute mentale, oltre a far aumentare i livelli di endorfine, sostanze chimiche di natura organica prodotte dal cervello, dotate di proprietà fisiologiche simili a quelle della morfina e dell’oppio, di tipo analgesico ed eccitante.
  • favorisce il benessere psicologico attraverso lo sviluppo dell’autostima, dell’autonomia e stimola la creatività: insieme ai neurotrasmettitori che fanno bene allo stato d’animo, una regolare attività fisica rafforza e stimola un’area del cervello chiamata circuito fronto-striatale che, rafforzandosi genera maggiore autostima nelle persone.
  • migliora la memoria e l’apprendimento: l’aumento del flusso sanguigno e dell’ossigenazione che si produce durante l’attività fisica fa bene al cervello. Il risultato è una maggiore concentrazione mentale e, come se non bastasse, cominciano a formarsi nuove cellule che migliorano la memoria e la capacità di apprendimento.
  • aiuta a prevenire le malattie neurodegenerative: i nuovi neuroni stimolano la memoria nell’ippocampo e proteggono dalle malattie neurodegenerative come l’Alzheimer o il Parkinson.

Il movimento dovrebbe essere vissuto come un momento di piacevole svago da dedicare a se stessi, da condividere con amici, da fare possibilmente all’aperto a contatto con la natura.

[1] Effectiveness of physical activity intervention among government employees with metabolic syndrome.
Huei Phing C, Abu Saad H, Barakatun Nisak MY, Mohd Nasir MT.
https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/29541133

[2] Calorie restriction or exercise: effects on coronary heart disease risk factors. A randomized, controlled trial.
Fontana L, Villareal DT, Weiss EP, Racette SB, Steger-May K, Klein S, Holloszy JO; Washington University School of Medicine CALERIE Group.
https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/17389710

[3] Exercise for preventing and treating osteoporosis in postmenopausal women.
Howe TE1, Shea B, Dawson LJ, Downie F, Murray A, Ross C, Harbour RT, Caldwell LM, Creed G.
https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/21735380

[4] Effects of exercise on body composition and functional capacity of the elderly.
Evans WJ.
https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/7493209

Lack of exercise is a major cause of chronic diseases
Frank W. Booth, Ph.D., Christian K. Roberts, Ph.D., and Matthew J. Laye, Ph.D.
https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC4241367/#S354title