È un’antica pratica della tradizione yogica e ayurvedica.

Nello yoga viene praticata per rendere più intense le pratiche di pranayama e concentrazione, mentre in ayurveda è una pratica prevista nella routine giornaliera per promuovere salute.

Può essere utile per:

  • liberare le vie nasali da eventuali ostruzioni, favorendo il fluire del respiro,
  • prevenire e alleviare i disturbi alle prime vie respiratorie (raffreddori, riniti, sinusiti, allergia, tosse e mal di gola),
  • alleviare la cefalea, emicrania e più in generale stati di stress psicologico ed emotivo,
  • migliorare l’olfatto e il gusto,
  • migliorare la lucidità mentale e la capacità di concentrazione.

Questa tecnica prevede l’utilizzo di un particolare recipiente chiamato Lota o Neti Lota, acqua tiepida e sale.

La Lota deve essere riempita con una soluzione salina composta da acqua tiepida e sale, in proporzione di un cucchiaino di sale ogni mezzo litro d’acqua. Utilizzando una Lota con capacità di 150/200 ml basta un pizzico di sale. Assicuratevi che il sale si sia sciolto completamente. Il sale fa aumentare la pressione osmotica della soluzione in modo che non venga assorbito dalle membrane nasali. La soluzione salata agisce inoltre come un blando disinfettante.

Posizionarsi davanti al lavandino, sporgendosi un po’ in avanti con il busto. Appoggiare il beccuccio della Lota alla narice destra, inclinare la testa verso sinistra e respirare con la bocca aperta, lasciando che la soluzione salina defluisca dalla narice sinistra. Ripetere anche l’operazione nella narice di sinistra.

Se la testa è inclinata correttamente, l’acqua salata fluisce naturalmente da una narice all’altra.

Finito il lavaggio soffiare bene il naso, utilizzando una narice alla volta e poi entrambe le narici insieme, per favorire l’espulsione di tutte le impurità.
Rimanete quindi per 15 respirazioni eretti con il capo flesso all’indietro per favorire lo svuotamento dei seni frontali. Flettete poi il capo e il dorso in avanti e mantenendoli rilassati restati in questa posizione per 15 respirazioni.
Soffiate ancora il naso in posizione eretta.

Si tratta di una tecnica semplicissima che richiede pochi minuti e può essere eseguita ogni giorno, meglio al mattino.
La frequenza può essere aumentata a scopo terapeutico: raffreddore, sinusite o riniti allergiche.